Servizio di radiologiaMedicina RiabilitativaMedicina FisicaVisite Specialistiche e Procedure associate
MEDICINA RIABILITATIVA
Riabilitazione della spalla, anca, ginocchio e tibio tarsica-isocinetica
Circuito riabilitativo improntato al recupero funzionale delle articolazioni come ginocchio, spalla, caviglia e anca sottoposte ad interventi chirurgici o colpite da lesioni traumatiche o degenerative.
In questa sede vengono trattati, secondo le linee guida più accreditate, esiti di lesioni legamentose, meniscali, condropatie, fratture rotulee o articolari del ginocchio; spalle dolorose da patologia della cuffia dei rotatori o da fratture omerali; distorsioni e fratture malleolari della caviglia; coxartrosi e protesi di anca e ginocchio. La presa in carico del paziente avviene al massimo entro 24\48 ore dalla richiesta dello stesso, con un trattamento che prevede sedute di terapie fisiche (laser, magnetoterapia, correnti antalgiche ed elettrostimolazioni), mobilizzazione continua passiva su slitta motorizzata, esercizi per il recupero articolare, di rinforzo e riequilibrio muscolare, di riprogrammazione neuromotoria con utilizzo di attrezzature all’avanguardia sotto la guida di personale dedicato ed altamente qualificato (Medico Fisiatra e Fisioterapista). Un’attenzione particolare viene data allo sportivo agonista e non, che può conseguire programmi di riabilitazione ed allenamenti personalizzati sulla base di test effettuati con macchine isocinetiche.

Il test ISOCINETICO
Attraverso l’elaborazione del computer, l’apparecchio isocinetico fornisce una serie di informazioni sull’azione muscolare dinamica e sul rapporto di forza tra i diversi gruppi muscolari testati.

L’esercizio ISOCINETICO
L’esercizio isocinetico viene compiuto a velocità angolare costante lungo tutto l’arco del movimento. Nelle attrezzature isocinetiche la resistenza incontrata dal muscolo varia col variare dell’angolo articolare e risulta essere accomodante rispetto alla forza espressa dal paziente. L’esercizio isocinetico è quindi particolarmente efficace nell’allenamento ed è più sicuro nella riabilitazione dove consente di ridurre i tempi di recupero della forza muscolare.